La Via degli Acquedotti. Un viaggio a piedi da Lucca a Pisa


Il trekking

Questa bella escursione che parte dal Duomo di Lucca, attraversa le mura della città all’altezza del Baluardo San Colombano per poi raggiungere il Tempietto-cisterna di San Concordio dove qui giungeva a cavallo di 459 archi, l’acqua sorgiva dal vicino Monte Pisano.
La necessità di dotare Lucca di un grande acquedotto per rifornire la città di acqua di buona qualità, fu affrontata fin dagli inizi del Settecento. I lavori di costruzione dell’acquedotto, realizzato per volontà di Maria Luisa di Borbone grazie al regio architetto Lorenzo Nottolini, iniziarono nel 1823 e, interrotti più volte, terminarono nel 1851.

Saliremo lungo la Serra Vespaiata (costruzione che riuniva le acque del Rio San Quirico e del Rio di Valle) chiamata “Alle parole d’oro” ed attraversando quest’area ci porteremo, inoltrandoci nel bosco, fino alla Gallonzora dove  dall’alto potremo godere di un bellissimo panorama sulla piana lucchese, le Alpi Apuane e l’Appennino. L’itinerario quindi ci porterà a Vorno grazioso paese di fondovalle da sempre legato all’acqua e punto tappa di questa due giorni.

Il giorno successivo saliremo tra boschi di Castagni, accompagnati dal rumore dell’acqua,  fino ad affacciarci sul versante pisano del monte. Qui discenderemo per la Valle delle Fonti, una stretta vallata racchiusa tra il Monte Mirteto e il Monte Costia Grande, percorsa dal torrente Zambra che raccoglie le acque delle numerose scaturigini presenti sulle pendici.

Il nome dell’area, la morfologia e la notevole importanza è data dalla presenza dell’acqua: dalle falde più profonde vengono acque purissime, apprezzate sin da epoche antiche per la leggerezza e la bontà. Arriveremo ai bottinelli, opere di captazione e regimazione idraulica dell’Acquedotto Mediceo che da questa valle continua ancora oggi a portare acqua sorgiva alla città di Pisa. Di notevole importanza è la vegetazione che lungo i torrenti è in prevalenza igrofila. Particolare rilievo assume una stazione di felce florida (Osmunda regalis) relitto di flora riconducibile al Terziario che rappresenta il secondo ritrovamento noto ad oggi sul versante pisano del Monte.

Scenderemo fino al Bottino di San Rocco da dove l’acqua iniziava il suo percorso di 6 km fino ad arrivare alla città di Pisa attraverso la conduttura sopraelevata costituita da 934 archi. Cammineremo quindi lungo l’acquedotto costruito grazie alla ingegnosa idea  del granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici fino ad arrivare alle mura della città in Piazza delle Gondole.

L’itinerario continuerà fino a raggiungere Piazza dei Miracoli attraverso le fontane cittadine dell’Acquedotto Mediceo.

Programma

1° giorno

Partenza dal Duomo di Lucca con arrivo a Vorno
Trekking: Lucca (15 m), Acquedotto Nottolini, La Gallonzora (227 m), Vorno (92 m)

Dislivello massimo: 270 m
Ore di cammino effettive senza sosta: 02:30

Acquedotto Nottolini

2° giorno

Partenza da Vorno con arrivo al Duomo di Pisa
Trekking: Vorno (88 m), Campo di Croce (617 m), Asciano (22 m), Acquedotto Mediceo, Pisa (15 m)

Dislivello massimo: 600 m
Ore di cammino effettive senza sosta: 05:30

Acquedotto Mediceo

Dettagli

Categoria: Escursioni rivolte a Gruppi, Associazioni, Tour Operator e Agenzie di viaggi
Durata totale: 2 giorni
Periodo: tutto l’anno
Difficoltà: ( E ) itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche
Sviluppo percorso: lineare
Dislivello massimo: 615 m
Tempo totale di percorrenza: 8 ore (di cammino escluse le soste)
Partecipanti: max 25 pax
Pernottamento: A Vorno (LU) in strutture ricettive per escursionisti da prenotarsi a parte

Info utili

Indicazioni per partecipare ad un trekking

Il camminare stimola il pensiero, favorisce la memorizzazione e aiuta a liberare la mente e il corpo dallo stress. Camminando, sopratutto in ambiente naturale, si crea un legame tra il mondo e se stessi scaricando energie negative che con la frenesia dello stile di vita odierno vengono accumulate. Partecipa fiducioso!

Farai parte di un gruppo per alcune ore o alcuni giorni, accetta le dinamiche che si verranno a creare. Condividi le tue conoscenze e se vuoi le tue cose, gli altri faranno altrettanto con te! Vivi il gruppo!

Durante un’escursione od un trekking, potranno capitare degli imprevisti è normale; potremmo arrivare in ritardo ad una tappa, trovare un negozio chiuso dove avevamo programmato di acquistare viveri o dover affrontare altri disagi. Accetta gli imprevisti, c’è una soluzione a tutto!

Cammina con consapevolezza e scopri quel che c’è intorno a te. Scoprirai un fiore, un animale o sentirai un profumo che attirerà la tua attenzione. Non correre e resta in gruppo, seguiremo il passo del più lento!

Partecipare ad una escursione ti farà conoscere gente nuova e sarà bello scambiare le proprie esperienze con gli altri. Ma durante il cammino scopriamo anche la bellezza del silenzio e camminiamo leggeri, lontani da ansie e abitudini di tutti i giorni. Lascia quindi a casa il telefonino, per comunicazioni urgenti il cellulare della guida sarà a tua disposizione! Se  non vuoi rinunciare a portarlo con te sappi che non sarà comunque consentito tenerlo acceso durante il cammino.

Un trekking richiede buon spirito di adattamento, condividi con gli altri le tue sensazioni e informa la Guida dei tuoi problemi, se può ti aiuterà!

La Guida è a tua disposizione per risolvere ogni problema possa emergere, ma non scaricarti su di lei, confrontati con serenità se hai qualche disagio.

Nota informativa

è facoltà della Guida annullare l’escursione in caso di maltempo o di tempo incerto;

è obbligatorio l’uso degli scarponi da montagna se non indicato diversamente, ovvero la guida diffida dal partecipare all’escursione, chiunque sia sprovvisto di scarponi da montagna;

è obbligatorio rimanere in gruppo, sul percorso indicato dalla Guida senza allontanarsi;

chi si allontana dal gruppo, anche con il consenso della Guida lo fa sotto la propria responsabilità ed a proprio rischio e pericolo;

è facoltà della Guida variare il percorso e/o la meta dell’escursione in relazione alle condizioni metereologiche, alla tipologia del gruppo accompagnato o a qualsiasi altra motivazione che la Guida reputi valida a giustificare tali variazioni;

è cura della Guida calibrare l’andatura dell’escursione in base al grado di allenamento del gruppo, anche a discapito del raggiungimento della meta prevista;

Minorenni:  i minorenni possono partecipare alle escursioni solo se accompagnati da uno o più adulti loro diretti responsabili; i minorenni sono sotto la diretta responsabilità dei genitori, insegnanti, accompagnatori di ogni titolo e grado o chi per essi.

Assicurazione della Guida

La Guida è coperta da polizza RCT (responsabilità civile) sottoscritta da AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche). Copre la Guida associata da tutti i rischi derivanti da responsabilità diretta o indiretta di quanto dovesse accadere durante l’esercizio delle sue funzioni professionali; il massimale è di 3.000.000,00 di euro.

Prenota

Nome e Cognome (richiesto)

Indirizzo

Telefono (richiesto)

E-mail (richiesto)

Richiesta prenotazione escursione-trekking-viaggio (specificare):

Il tuo messaggio (indicare le date o il periodo richiesto)

Accetto l'informativa sulla privacy

Compilando questo modulo potrai richiedere informazioni, i tuoi dati personali verranno trattati nel pieno rispetto del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 “in materia di protezione dei dati personali”, in ogni momento puoi esercitare i diritti di cui all’art. 7 del sopracitato decreto di legge.